I have a dream! A saccottino dream!

Saccottino fallato

Saccottino fallato

Sai cos’è questo? Un saccottino.

Non sembra, non è esattamente l’immagine familiare che hai del saccottino che forse ha accompagnato la tua infanzia, ma è invero un saccottino. L’ho trovato ieri nel mio pacco e sono rimasto abbastanza sorpreso. Anzi, devo ammettere di aver provato inizialmente un certo sgomento, una certa diffidenza. Farà mica male? Poi ho capito che si trattava solamente di due mezzi saccottini evidentemente sfasati [1] rispetto alla catena di produzione in azione nello stabilimento industriale dove questi due sfortunati saccottini erano in fase di confezionamento .

Poi ho capito anche un’altra cosa. Il mio sgomento trovava le sue radici nella rarità. Non mi era mai successo di comprare saccottini difettosi. Il prodotto esente da difetti nell’industria del saccottino è una rarità. E così in molte, moltissime altre industrie.

Che l’industria del software sia storicamente di tutt’altra qualità è una cosa che percepisco io e percepisci anche tu, anche senza dati oggettivi.

Ecco, tutto il senso dietro a SCRUM, dietro a Extreme Programming, dietro allo sviluppo agile, dietro al Lean Software Development… è proprio questo: lo sforzo di ricerca di un mondo in cui un software difettoso generi lo stesso sgomento di un saccottino sfasato.

[1] Uno sfasamento di mezzo saccottino è, in termini controllistici, uno sfasamento di 90°. Lo scrivo qui un po’ perché amo le note a pie’ di pagina, un po’ perché l’ingegneria dell’automazione è leggermente off topic in questa sede, ma solo leggermente.

August 25 2009 01:00 pm | Base

2 Responses to “I have a dream! A saccottino dream!”

  1. Giorgio Sironi on 21 Oct 2009 at 17:43 #

    Non centra niente, ma come mai 90° e non 180°?

  2. Jacopo Romei on 28 Oct 2009 at 12:32 #

    Ottima questione! Se il periodo è un intero saccottino allora è come dici tu.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply